Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

Dopo l'entrata in vigore della normativa sulla "negoziazione assistita obbligatoria" si suggerisce di inserire nelle procure un chiaro riferimento alla avvenuta informativa al riguardo. Si potrebbe inserire in procura questo testo: "Dichiaro di essere stato informato dall'Avv. ........ -ai sensi dell’art. 2, comma 7, del decreto legge n. 132/2014- della necessità, prima di proporre azione in giudizio, di ricorrere alla procedura di negoziazione assistita da uno o più avvocati, come disciplinata dagli artt. 2 e ss. del D. L. n. 132/2014".

Si potrà anche acquisire una più ampia dichiarazione come quella di seguito riportata ... (continua cliccando su "Leggi tutto")

Informativa ai sensi dell'art. 2, comma 7, D.L. n. 132/2014
Il sottoscritto ....., nato a ....il ...., cod. fisc.....,  residente a ....., in via....... n. ...,
dichiara:
1) che, come stabilito dall'art. 2, comma 7, del d.l. 132/2014, è stato informato dall’Avv. ..., iscritto all'albo degli avvocati di ...., con studio legale in ....., di poter ricorrere alla procedura di negoziazione assistita da uno o più avvocati, disciplinata dagli articoli da 2 a 11 del d.l. 132/2014, per risolvere in via amichevole la controversia insorta tra ........ e  ........;
2) che la convenzione di negoziazione assistita da uno o più avvocati deve essere redatta, a pena di nullità, in forma scritta e che il termine per l'espletamento della procedura non può essere inferiore ad un mese, né superiore a tre mesi, prorogabile per ulteriori 30 giorni su accordo tra le parti;
3) che la mancata risposta (entro 30 giorni dal suo ricevimento) all'invito a concludere convenzione di negoziazione assistita o il rifiuto all'invito a stipulare la detta convenzione possono essere valutati dal giudice ai fini delle spese del giudizio e di quanto previsto dagli articoli 96 e 642 comma 1 del codice di procedura civile;
4) che l’accordo, eventualmente raggiunto, costituisce titolo esecutivo e per l’iscrizione di ipoteca giudiziale e che, quando ha ad oggetto contratti o atti soggetti a trascrizione, la sottoscrizione del relativo processo verbale deve essere autenticata da un pubblico ufficiale a ciò autorizzato;
5) che le parti e gli avvocati sono tenuti all'obbligo di riservatezza rispetto alle dichiarazioni rese e alle informazioni acquisite nel corso della procedura e che le stesse non possono essere utilizzate in un giudizio avente, anche parzialmente, lo stesso oggetto;
6) che sulle predette dichiarazioni e informazioni le parti e gli avvocati non possono essere tenuti a deporre in giudizio e si applicano le disposizioni dell'articolo 200 del codice di procedura penale.

N.B.: i facsimile proposti sono solo modelli indicativi. Occorre sempre verificare, prima di utilizzarli, la loro piena conformità alle norme di legge e la loro idoneità a raggiungere lo scopo. In particolare occorre tener conto della eventuale necessità di applicare la direttiva 93/13/CEE al contratto per prestazione di servizio professionale di avvocato (vedasi sentenza della CGUE depositata il 15/1/2015 in causa C-537/13, in particolare ai punti 19, 23, 26, 27, 31, 32, 33, 34 e 35). In ogni caso si declina ogni responsabilità relativa all'utilizzo dei facsimile.

comments

Aggiungi commento

Chi invia commenti si assume la responsabilità del contenuto degli stessi.

Codice di sicurezza
Aggiorna